Domande lecite ad un passante

image

Hai mai guardato un tramonto
Sussurrando ti amo?
É così breve la vita
Per non andare lontano.

Hai mai stretto le mani
Di qualcuno prima di andare via?
É un poco falsa la vita
Senza malinconia.

Hai mai ballato per ore
Sotto la pioggia battente?
Credimi, amico mio,
Senza emozioni non siamo niente.

Annunci

Viaggio alle 4 Regioni

Sono viva, eh! Ho solo girato mezza Italia in poco più  di una settimana.  Ma sono viva. Dal mare in Calabria un breve saluto alla mia città eterna, prima di ripartire per il megaconcertone a Reggio Emilia (lacrime e brividi, … Continua a leggere

Una volta ogni cent’anni

image

Una volta ogni cent’anni io e te parliamo davvero. Senza sotterfugi, sottotesti o vedo-nonvedo. Una volta ogni cent’anni ci raccontiamo quello che abbiamo provato quando trascorrevamo gran parte del nostro tempo insieme, incapaci di separarci, drogati di noi e di quello che la nostra unicità ha sempre in un modo o nell’altro significato. Solo quando arriva il vento a separarci una volta di più, una volta ancora, mi risveglio dal sogno di vivere la mia vita in simbiosi con la tua e all’improvviso non contano più nulla le negazioni e le considerazioni superficiali di quel noi così speciale, ma anche così anomalo. Starti accanto è così bello che il più delle volte mi basta e non mi importa come o perchè o che etichetta abbiamo scelto o peggio non scelto per ricominciare, per ripartire da zero. Il senso di vuoto, i rimpianti, la sensazione di aver commesso una volta di più lo stesso errore di non amarti fino in fondo, bè quelli arrivano dopo, quando mi sveglio e tu non sei più accanto a me. Poi è tutta opera del tempo, nostro fedele amico e nemico, che lavora a volte per noi, a volte contro di noi, ma che finora ci ha sempre fatti ritrovare, una volta ogni cent’anni, per dirci quanto ci fossimo mancati. E quanto fossimo idioti a privarci una volta di più l’uno dell’altro. E così una volta ogni cent’anni siamo davvero sinceri, nudi e senza paura come non lo siamo mai stati. Nemmeno quando abbiam fatto l’amore. Forse soprattutto quando abbiam fatto l’amore. Col cuore in mano che scoppia per tutte le parole non dette e che in una sola notte vorrebbe raccontarsi mesi di vita da recuperare. Una volta ogni cent’anni io sono davvero io e tu davvero tu e non conta come ci eravamo persi. Anche stavolta, conta solo che ci siamo ritrovati.