Impressioni di fine Settembre

 La mano di una ragazza che sente l’aria fuori dal finestrino, l’anziana signora cinese che legge il libro di preghiera, l’autobus che non passa, il vento caldo e afoso di un settembre strano, cartelloni pubblicitari che ti invitano ad andare in palestra e il tassista che gesticola come solo chi è nato a Roma sa fare. 

  E la mia amara consapevolezza che non basta osservare per scrivere davvero, per far passare un’emozione. Soprattutto se hai paura di guardarti dentro.

 

22 thoughts on “Impressioni di fine Settembre

  1. Come cerco di ricordare sempre a me stesso, le paure si superano in un solo modo. Attraversandole fino in fondo. Se si ignorano, se si scappa da loro, se si cerca di neutralizzarle… ci staranno sempre intorno e dentro, ad assediarci.
    Abbi cura di te.

    Piace a 2 people

  2. perché mai, a meno che tu non sia Hannibal Lecter, dovresti aver paura di guardarti dentro? Io mi guardo dentro in continuazione, e purtroppo non ho ancora trovato nulla… Questo in effetti mi spaventa un po’!

    Piace a 1 persona

    • Sono fin troppo introspettiva anche io…solo che a volte vorrei prendermi una pausa da me stessa, soprattutto quando so benissimo che ci sono cose da affrontare che non ho nessunissima voglia di affrontare, ma dovrò farlo, nonostante la paura e la voglia di scappare anche perché “da te stesso non ci scappi neanche se sei Eddy Merckx” (cit. Radiofreccia).

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...